Il comfort acustico negli spazi del lavoro

Il comfort acustico negli spazi del lavoro

In fase di progettazione IL SUPPORTO TECNICO ACUSTICO è spesso trascurato. Un nuovo approccio nella pianificazione degli spazi tiene presente l'aspetto della psico-acustica. Partendo dai dati di rilevazione empirica si rileva l'intelligibilità del parlato e la percezione sensoriale. Il percorso di ricerca e sviluppo nello studio dei materiali è rivolto ad un approfondimento critico delle prestazioni dei materiali esistenti e alla combinazione di nuovi materiali attraverso le loro interazioni.

I SUONI sono formati da onde che tendono ad essere riflesse dalle superfici rigide con limitato potere assorbente, quali per esempio, il cemento, il marmo, o il vetro. In ambienti realizzati con questi tipologie di materiali si possono generare echi e riverberi, spesso molto fastidiosi, che non consentono di dialogare in maniera confortevole.I materiali fonoassorbenti nascono dall'esigenza di migliorare l'acustica in questi ambienti.

LA PROGETTAZIONE ACUSTICA ha come campo d'azione l'acquisizione dei dati e delle informazioni concernenti l'architettura degli spazi e la loro destinazione d'uso, l'individuazione del comfort acustico ideale per la destinazione d'uso specifica, l'indicazione delle quantità e disposizione del materiale acustico necessario. Si individuano i prodotti più adatti sul mercato in base alle esigenze di progetto e alla fascia di prezzo e si supporta per l'eventuale creazione di prodotti ad hoc.

Questi MATERIALI FONOASSORBENTI prendono forme differenti attraverso i PANNELLI ACUSTICI, i RIVESTIMENTI MURALI, i SEPARATORI DA SCRIVANIA o con delle "ISOLE" o BOX DI LAVORO.

L'intelligenza delle soluzioni acustiche sta nella capacità di integrare, assorbire e isolare nello stesso tempo diversi ambienti di lavoro, meeting, attesa o ricreazione.